Da Caio a Dourado, la truppa dei Rodrigo guida la Top 5 degli under 24

Da Caio a Dourado, la truppa dei Rodrigo guida la Top 5 degli under 24

Da sempre il Brasile rappresenta una fucina quasi inesauribile di talenti calcistici e il compito più difficile per gli osservatori di mercato è quello di individuare il limite quasi impercettibile tra eterna promessa e futuro campione. Un’impresa ardua che spesso ha visto fallire anche grandi club, come la Juventus e il Milan, che hanno portato in Italia giocatori di basso lignaggio come Athirson e Felipe Mattioni. Tornando all’attualità, a diversi mesi dal loro arrivo in Serie A, a Milano e a Roma in molti si interrogano sull’effettiva bontà degli acquisti di Gabigol Gerson. Lo scetticismo, oltre che dallo scarso utilizzo dei due mancini brasiliani, deriva anche dalla cifra pagata a Santos e Fluminense: quasi 30 milioni di euro per l’attaccante dell’Inter, circa 19 per il giocatore della Roma. Ad oggi, ci sembra tuttavia ingeneroso parlare già di una bocciatura e ci limiteremo dunque a sospendere il giudizio sui due volti nuovi del nostro campionato. Analizzando, invece, il Brasileirao 2016, tenteremo di stilare una Top 5 dei giocatori più giovani, senza alcuna pretesa di infallibilità, ma guidati da una passione atavica per il ‘futebol bailado’.

Regia Gaucha, Walace e Rodrigo Dourado padroni del centrocampo

Indicare un giocatore dell’Internacional tra i migliori nell’anno della prima storica retrocessione della compagine di Porto Alegre potrà sembrare un paradosso, ma Rodrigo Dourado ha davvero le stimmate di un calciatore importante. ‘Volante’ classico di 22 anni, questo centrocampista abbina una grande interdizione a delle ottime qualità di palleggio. Il suo gioco non è mai pigro e quando passa la palla al compagno più vicino, è sempre pronto a muoversi per ricevere un eventuale passaggio di ritorno. Non è dunque un caso che il suo nome sia già finito sul taccuino di diverse società europee, Inter compresa. Nel Gremio, il 21enne Walace ha già i numeri di un veterano, avendo disputato ben 107 partite ufficiali con la maglia del ‘tricolor gaucho’. Il suo nome è già finito sul taccuino di Fiorentina, Juventus, Lazio, Leicester, Lione e Monaco, ma chi vorrà portarlo in Europa, sa già che non potrà ottenere grandi sconti rispetto alla valutazione iniziale di 10-12 milioni di euro.

Rodrigo Caio e Thiago Maia, l’asta è dietro l’angolo

Spostandoci nello stato paulista, dobbiamo raccontare con piacere la rinascita di Rodrigo Caio. Il difensore 23enne è riuscito a mettersi alle spalle un 2015 terribile, funestato da molti infortuni e dal mancato trasferimento in Spagna (Atletico Madrid e Valencia). Seguito in Italia da Lazio, Milan e Roma, l’ex mediano ha di recente acquisito il passaporto italiano, ma piace molto anche al Siviglia di Jorge Sampaoli. Da incorniciare anche il 2016 di Thiago Maia. Alla tenera età di 19 anni, il centrocampista ha già collezionato 51 presenze ufficiali con la maglia del Santos, catalizzando le attenzioni di Inter, Juventus, Milan, Chelsea e Real Madrid. Anche se non è più spendibile in chiave mercato, è impossibile non chiudere la nostra rassegna con Gabriel Jesus. L’attaccante 19enne ha trascinato il Palmeiras alla conquista del titolo nazionale e, soprattutto, ha ridato alla nazionale brasiliana un attaccante letale, come testimoniano i 5 gol e i 4 assist collezionati nelle sue prime 6 presenze con la maglia verdeoro. Un biglietto da visita di tutto prestigio che lo ha portato tra le braccia di Pep Guardiola al Manchester City.

Leave a Reply